Lavoro più efficiente con le tecnologie digitali

Lavoro più efficiente con le tecnologie digitali

L’intelligenza artificiale, la robotica e l’automazione cambieranno il nostro modo di lavorare: è quanto emerge da una ricerca Ricoh-Censuswide che ha voluto approfondire la tematica dei cosiddetti Digital workplaces.

Nuove tecnologie ed impatto sul lavoro: i vantaggi

automazione e reingegnerizzazione processiPer la ricerca sono stati intervistati 3500 dipendenti di aziende europee ed il 40% crede che nel futuro svolgerà un lavoro che al momento non esiste, questo grazie alle nuove tecnologie.

I lavoratori sono convinti che questi nuovi strumenti di lavoro digitali e tecnologici porteranno grandi vantaggi alle aziende:

  • Per il 44% vi sarà un accesso più immediato ai dati, che permetterà di prendere decisioni migliori e aumentare l’efficienza
  • Per il 42% sarà possibile lavorare più frequentemente da casa
  • Per il 41% verranno ridotte le attività ripetitive, lasciando maggior spazio alle attività a maggior valore aggiunto
  • Per il 36%, la possibilità di automatizzare i processi amministrativi

 

Come scegliere le tecnologie più adatte

Ricoh ha identificato tre passaggi che i business leader devono affrontare per poter identificare quali tecnologie siano più adatte al Digital Workplace nella propria impresa. Ciò che Ricoh sottolinea è che il fattore fondamentale, in questi progetti di trasformazione digitale, è sempre rappresentato dai dipendenti.

Ma quali sono questi 3 passaggi?

  1. Focalizzarsi sulle aspettative dei lavoratori:

  • Il 59% dei dipendenti crede che l’innovazione tecnologica possa avere un impatto positivo sulla giornata lavorativa
  • Il 98% è entusiasta della possibilità di introdurre di nuove tecnologie
  • I dipendenti desiderano poter sfruttare nuovi paradigmi legati ai dispositivi mobili, alle app e al cloud, per migliorare la qualità del proprio lavoro e la collaborazione con i colleghi

 

  1. Orientarsi tra le tecnologie

    Scegliere le tecnologie adeguate non è un processo così scontato, ed infatti gli intervistati hanno evidenziato come a volte le aziende prendano scelte sbagliate dal punto di vista tecnologico. È fondamentale consultare i dipendenti in questa fase, per capire se questa nuova tecnologia che si vorrebbe introdurre risponda effettivamente alle esigenze lavorative degli utenti che ci dovranno interagire tutti i giorni.

 

  1. La formazione

    E’ fondamentale effettuare un’analisi degli skill dei dipendenti in modo da colmare eventuali gap. Dalla ricerca è infatti emerso che:

  • soltanto il 27% dei dipendenti pensa che la propria azienda offra formazione adeguata sulle nuove tecnologie
  • Il 34% non si sente in grado di utilizzare correttamente sia le soluzioni hardware e software più semplici, che le nuove tecnologie (ad. es i sistemi per l’automazione di processi complessi)
  • Il 56% desidererebbe ricevere maggiore formazione e aggiornamenti sulle tecnologie digitali.

 

In un progetto di introduzione di nuove tecnologie nell’ambiente di lavoro quotidiano, quindi, risulta fondamentale coinvolgere tutti quegli attori che poi interagiranno quotidianamente con queste soluzioni. Scegliere quali tecnologie adottare e poi implementare il progetto non basta.

Automatizza tutti i processi amministrativi che coinvolgono i documenti con il software Station:

Nessun commento

Posta un commento