Italia verso il cambiamento digitale

Alla ricerca di Sda Bocconi in collaborazione con IBM hanno partecipato 487 imprese di tutti i settori, la maggior parte provenienti dal manifatturiero (59%) piuttosto che dai servizi. In particolare l’attenzione è stata rivolta alle piccole (68%) e medie imprese (30%), coinvolgendo soprattutto business manager (69% dei partecipanti) e parzialmente le figure specializzate nei Sistemi Informativi.

Gli inidici di Digital Transformation analizzati sono tre: Valore potenziale, Readiness organizzativa e Adozione delle tecnologie digitali.

1. Valore potenziale percepito

Il valore potenziale medio percepito della digital transformation risulta essere medio-alto, con i seguenti benefici:

  • Sviluppo di analytic skill e di decision making capability:

Gli strumenti tradizionali di Business Intelligence e le real time analytics che attivano un’azione immediata (ad es. una campagna promozionale, un contenuto personalizzato o un intervento di assistenza tecnica) sono considerate molto più rilevanti di applicazioni di planning, budgeting e consolidamento finanziario, nonchè delle analytics predittive e di simulazione.

  • Miglioramento dei processi operativi, collaborativi e di comunicazione interna alle aziende:

questo grazie ai sistemi di condivisione di conoscenze e contenuti, a quelli per la comunicazione integrata e di collaborazione e ai sistemi di automazione dei processi operativi aziendali (sistemi di gestione della produzione, della logistica, dei magazzini ecc.)
Seguono i sistemi in grado di semplificare il modello operativo dell’azienda, quali ERP o sistemi verticali specializzati in cloud interfacciati con sistemi gestionali aziendali, e i sistemi di integrazione della supply chain con fornitori e distributori (Sistemi per lo scambio elettronico di fatture, ordini, DDT ecc.)

  • Miglioramento delle performance aziendali (economico-finanziarie, compliance, reputation e Csr):

la Digital Transformation oltre a migliorare le performance aziendali in termini di fatturato, riduzione dei costi e profittabilità, aumenta il valore del brand e la reputazione aziendale, dando un’immagine hightech dell’impresa sui mercati, che utilizza modalità innovative per raggiungere e servire i clienti e fa percepire loro una maggior valore del sistema di offerta dell’azienda (ad es. maggiore personalizzazione, migliore customer experience ecc.)

  • Maggiori capacità dell’impresa di raggiungere (con la omnicanalità) e soddisfare (con una migliore customer experience) i proprio clienti attuali e potenziali:

i nuovi concetti di Integrated Multichannel Customer Management sono tra gli obiettivi e i risultati per eccellenza collegati al processo di digitalizzazione delle imprese, con un ritorno quantitativo degli investimenti in tecnologie digitali evidente. Grazie ai CRM  è possibile integrare processi di vendita, di marketing e di customer service, determinando un maggior orientamento alla gestione dei clienti. Inoltre la capacità di raggiungere nuovi segmenti di clientela risiede sia nella capacità preliminare di saperli individuare, sia nelle capacità di integrare in modo naturale canali offline e online, web e social, mobili e fissi.

  • Innovare i prodotti e i servizi dell’azienda e creare nuovi modelli di business

La Digital Transformation permette di rivitalizzare prodotti e servizi esistenti (ad esempio l’home baking con i servizi bancari o i servizi di customizzazione online dei capi di abbigliamento) e il lancio di nuovi prodotti e servizi (ad esempio servizi di informazione in realtime su traffico o sullo stato di viaggio di un treno o di un aereo sul web) oltre che supportare l’internazionalizzazione e la diversificazione del prodotto.

2. Readiness Organizzativa

E’ stato rilevato un valore medio di esistenza delle necessarie condizione organizzative (digital vision del top management, capacità di misurare i ritorni della Digital Trasnformation ecc.). Il Top Management è consapevole dell’importanza della digital transformation, ma non guida con leadership il processo di cambiamento nè definisce una road map per questo cambiamento. La digital transformation deve essere un’iniziativa d’impresa che va gestita in modo coordinato, pianificata in modo preciso con priorià definite.

3. Adozione di partenza delle tecnologie digitali

In Italia si ha un basso valore di adozione di tecnologie digitali quali mobile, analytics e big data, social software e sistemi di collaborazione nel lavoro e condivisione di contenuti digitali, servizi in cloud e gestione della sicurezza IT.

Fonte: http://www.zerounoweb.it/osservatori/cio-it-transformation/la-digital-transformation-in-italia.html

Report completo della ricerca della Sda Bocconi: http://www.sdabocconi.it/obi

Con Globe potrai archiviare e gestire tutti i documenti aziendali, ottenendo un’organizzazione aziendale più efficiente e una notevole riduzione dei costi.

Per maggiori informazioni: a. alessandri@arket.it

Slide-Globe4