Software per la Fatturazione elettronica

La fattura elettronica è un tipo di fattura che viene creata, trasmessa, firmata e conservata con modalità e formati digitali, andando a sostituire le tradizionali fatture cartacee. In Italia è l’unico formato accettato per le fatture verso la PA e da gennaio 2019 sarà obbligatoria anche tra i privati. A questo proposito, l’Agenzia delle Entrate ha stabilito delle specifiche regole sul formato da utilizzare, la modalità di trasmissione e ricezione e la conservazione digitale.

La soluzione Arket per la fatturazione elettronica

Grazie alla soluzione Arket dedicata, potrai gestire tutte le fasi del processo di fatturazione elettronica, sia per le fatture in entrata che per quelle in uscita.

 

Il nostro software è in grado di integrarsi con qualsiasi ERP e gestionale già esistente in azienda e può essere utilizzato non solo per la fatturazione elettronica, ma anche per la gestione digitale di tutti i documenti aziendali.

 

Tutte le fatture elettroniche, sia quelle emesse che quelle ricevute, saranno indicizzate all’interno della piattaforma software, diventando facilmente ricercabili. Avrai quindi a disposizione una soluzione che permette di centralizzare la gestione di tutti i documenti, che saranno raccolti in unico punto, con la possibilità di collegarli ad altri documenti significativi (ad es. ordini, ddt, bolle di spedizione…).

Ciclo attivo – fatture in uscita

 

Il software Arket per la fatturazione elettronica è in grado di gestire tutte le fasi del processo di fatturazione in uscita:

  • Se il tuo gestionale è in grado di effettuare solamente la stampa della fattura, alla generazione del file XML ci pensiamo noi!
    Siamo in grado di generare il file XML a partire da qualsiasi tipo di output del sistema informativo (ad es. file PDF, stampa, file EDI, file IDoc, ecc…). Il file XML può essere creato anche andando a leggere i dati direttamente dal database del sistema informativo.
  • Innesco di workflow automatici legati alla fattura emessa (ad es. flussi approvativi del documento)
  • Apposizione della firma elettronica e del riferimento temporale
  • Gestione del colloquio con lo SdI (sia in modalità nativa che PEC) per la trasmissione della fattura al destinatario
  • Gestione ed archiviazione della ricevuta di consegna e della notifica di esito invio
  • Conservazione a norma di legge

Ciclo passivo – fatture in entrata

 

Anche la gestione delle fatture ricevute dai fornitori ed il loro caricamento automatico nel sistema informativo possono essere gestiti con il software Arket per la fatturazione elettronica:

  • Colloquio con lo SdI per la ricezione della fattura
  • Innesco di workflow automatici legati alla fattura appena ricevuta: smistamento della fattura agli incaricati; gestione dell’accettazione/rifiuto della fattura se si tratta di FEPA; generazione, invio ed archiviazione delle relative ricevute e notifiche
  • Registrazione automatica della fattura, tramite la gestione delle tabelle di frontiera del gestionale/ERP, o tramite qualsiasi altra modalità di comunicazione con il sistema informativo (ad es. tramite emulazione del terminale SAP e AS/400 ecc..)
  • Conservazione elettronica a norma

Per avere maggiori informazioni e vedere dal vivo come funziona il prodotto richiedici una demo

I vantaggi della fatturazione elettronica

Il passaggio dal tradizionale processo di fatturazione (basato sul cartaceo o su documenti non strutturati) alla fatturazione elettronica, porta enormi vantaggi per le imprese:

  • Processi dematerializzati, quindi più veloci snelli
  • Possibilità di automatizzare il data entry per la registrazione delle fatture
  • Eliminazione degli errori dovuti a processi manuali di registrazione
  • Possibilità di automatizzare la quadratura tra fattura e ordine/DdT, identificando immediatamente possibili incongruenze nel confronto tra documenti
  • Riduzione della quantità di attività con poco o nessun valore aggiunto
  • Nessun rischio di smarrimento del documento
  • Riduzione delle tempistiche di incasso dai clienti
  • Eliminazione dei costi di stampaspedizione e spazio di archiviazione

Normative e scadenze della Fatturazione elettronica

In Italia, l’obbligo di fatturazione elettronica è stato introdotto con la Legge del 24 dicembre 2007 n. 244 (legge finanziaria del 2008) ed il successivo Regolmento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle pubbliche amministrazioni, al fine di adeguarsi alle Direttive UE che miravano ad introdurre la gestione in forma elettronica dell’intero ciclo degli acquisti.

 

L’obbligo prevede, a partire dal 31 Marzo 2015, l’emissione, trasmissione, conservazione ed archiviazione nel nuovo formato elettronico per tutte le fatture emesse verso Pubbliche Amministrazioni ed Enti Pubblici nazionali (fePA).

 

Inoltre, a partire dal 1° gennaio 2017 qualunque soggetto IVA può emettere e ricevere fatture elettroniche, seguendo lo stesso processo già utilizzato per la FePA. In questo caso la norma a cui fare riferimento è il D.lgs n. 127/2015.
Per maggiori dettagli si vedano anche il provvedimento Agenzia delle Entrate numero 89757/2018 ed il relativo allegato contenente le specifiche tecniche.

Con la Legge di Bilancio 2018, la fatturazione elettronica viene estesa anche ai rapporti tra le imprese (B2B) e tra imprese e privati (B2C).

 

Le scadenze per quanto riguarda la fattura elettronica B2B sono:

  • 1 Luglio 2018: obbligatorietà di fattura elettronica per le cessioni di benzina o di gasolio utilizzati come carburanti per motori per uso autotrazione (maggiori informazioni nella Circolare 8/E 2018 dell’Agenzia delle Entrate). Questo significa che da tale data, chiunque possieda un’auto aziendale, non potrà più utilizzare le schede carburante, ma dovrà richiedere l’emissione della fattura elettronica per poter dedurre l’IVA del carburante.
    Stessa scadenza anche per le prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti nell’ambito di contratti stipulati con una pubblica amministrazione
  • 1 gennaio 2019imprese e professionisti stabiliti in Italia, titolari di partita iva (esclusi i contribuenti in regime dei minimi o forfettario) dovranno adeguarsi all’invio e ricezione di fatture elettroniche, seguendo gli stessi standard della fePA.

 

Per quanto riguarda le fatture emesse verso il consumatore finale (fattura B2C) o verso soggetti rientranti nei regimi agevolati di vantaggio o forfettario o dell’agricoltura, anche queste dovranno essere inviate dall’impresa attraverso il Sistema di Interscambio. In questo caso la fattura verrà recapitata al destinatario rendendola disponibile nell’apposita area web riservata dell’Agenzia delle Entrate.

In qualsiasi caso, a partire dal 1 gennaio 2019, qualsiasi fattura emessa con modalità differenti da quelle previste per la fatturazione elettronica sarà considerata come non emessa, con il rischio di pesanti sanzioni

Richiedi maggiori informazioni o una demo per il software Arket dedicato alla fatturazione elettronica

Compilando il form acconsenti al trattamento dei dati personali al fine di fornire il servizio richiesto. Leggi l'informativa privacy.

Desidero ricevere informazioni, comunicazioni commerciali e promozionali relativi all’attività e ai servizi offerti da Arket

Acconsento al trattamento dei dati personali per finalità di profilazione

Per superare il filtro anti-spam seleziona "non sono un robot" qui sotto